Casadinas/pardulas - la ricetta delle formaggelle sarde

In: Ricette tipiche sarde Su: lunedì, marzo 19, 2018

La Sardegna e le sue tradizioni possono essere riscoperte in un modo al contempo raffinato e goloso, perché dietro ogni ricetta possiamo scorgere i valori e le origini di feste e ricorrenze del nostro territorio

Oggi parleremo delle formaggelle, un dolce tipico pasquale che vanta nell’Isola più di qualche variante. Già Grazia Deledda, nel suo Tradizioni Popolari di Nuoro, aveva descritto l’usanza di regalare questi dolci al sacerdote che passava di casa in casa per la benedizione pasquale soffermandosi nella descrizione delle caratteristiche dentellature del rivestimento.

Cuor di Sardegna oggi vi propone le ricette per preparare sas casadinas e is padruas. Le prime, tipiche della Sardegna centro settentrionale, devono il nome al formaggio (casu) contenuto nel ripieno mentre le seconde, diffuse soprattutto nella Sardegna centromeridionale, devono il nome al cestinetto  di pasta (quadrula) che racchiudeva il ripieno, costituito da ricotta di latte di pecora aromatizzata con scorza di limone o arancia grattugiata.

Queste ricette vogliono essere anche un tributo a due Donne Sarde, provenienti rispettivamente da Benetutti e Masullas che hanno trasmesso a molte persone la passione per i dolci.

Sas casadinas de Mamma Elene

Ingredienti per il rivestimento:

1 kg di semola, 200 gr di strutto, acqua qb e un pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

1 kg di formaggio fresco di pecora, 200 gr di zucchero, scorza grattugiata di 1 arancia o di 1 limone, 5 tuorli d’uovo, 100 gr di farina e zafferano a piacere.

Preparazione

Per il rivestimento, impastare la semola con lo strutto, aggiungendo progressivamente l’acqua tiepida in modo da raggiungere una buona lavorabilità dell’impasto che deve risultare morbido e omogeneo.

Lasciarlo riposare avvolgendolo in un telo da cucina.

Per il ripieno occorre grattugiare il  formaggio, fatto precedentemente inacidire (imbischidau) e aggiungere i tuorli, o zucchero  e la scorza grattugiata di limone o arancia e la farina.

Stendere la pasta in una sfoglia non troppo grossa, ricavando con un piattino dei cerchietti  del diametro di circa 8 cm.

Posizione in ciascun cerchietto di pasta un mezzo cucchiaio di ripieno e sollevare i bordi pizzicandoli fino a ottenere dei piccoli cestinetti plissettati.

Infornare a fuoco non troppo alto 180 gradi per circa 30 minuti per consentire la cottura del ripieno senza che venga bruciato il rivestimento.

 

Is Padruas de Tzia Prammeria

Ingredienti per il rivestimento:

800 gr di granito

200 gr di farina 00

100 gr di strutto

100 gr di zucchero

Acqua qb

 

Ingredienti per il ripieno:

800 gr ricotta

300 gr farina

4 tuorli d’uova

La scorza di 2 arance grattugiate

120 grammi di zucchero

 

Per il rivestimento, impastare il granito, la farina, lo strutto e lo zucchero sciolto con un po' di acqua tiepida. Coprire l’impasto ottenuto con un telo da cucina in modo da non farlo indurire e lasciarlo riposare.

Nel frattempo, eliminare tutto il siero dalla ricotta, facendola scolare bene per circa 30 ore. Schiacciare la stessa con i bordi di una forchetta e aggiungere  al composto ottenuto la farina, lo zucchero e la scorza di arancia. Amalgamare il tutto aiutandosi con un cucchiaio. Sbattere le uova e aggiungerle al composto ottenuto sino a ottenere un impasto morbido.

Stendere l’impasto preparato per la sfoglia in modo da ottenere tanti dischetti dal diametro di circa 8-10 cm (a tal fine se non si ha uno stampo può essere utilizzato un bicchiere rovesciato). Creare col ripieno tante palline, ciascuna delle quali verrà disposta al centro del dischetto di pasta. Sollevare i bordi laterali della pasta creando delle pliche da sollevare verso l’alto come a creare un piccolo cestinetto.

Infornare il tutto a circa 180 gradi per 30-35 minuti.

Prima di essere servite possono essere cosparse con zucchero a velo o semolato o con del miele caldo e una spolverata di monperiglia per rendere ancora più colorata la vostra tavola pasquale.

Ordina dalla Sardegna le formaggelle e ricevile a casa tua grazie a Cuor di Sardegna.

COMPRA ORA

 

Casadinas - pardulas - La ricetta delle formaggelle sarde - Cuor di Sardegna

Newsletter

Tellus aodio consequat seo.