Alla scoperta del canyon di Gorropu - Cuor di Sardegna blog

In: Cuor di Sardegna Blog Su: martedì, aprile 26, 2016

ALLA SCOPERTA DI UNO DEI CANYON PIU' AFFASCINANTI D'EUROPA: GORROPU

Oggi vi portiamo in uno degli angoli più suggestivi della Sardegna... Non siamo solo noi a dirlo, ma anche l'importante testata giornalista inglese Telegraph.

Trovate l'articolo originale della testata britannica QUI 

IL CANYON

E' fra i canyon più profondi d'Europa ed è stato generato dall'intensa azione erosiva del Rio Flumineddu, che negli anni ha scavato questa profonda gola.

Situata tra l'Ogliastra e il Nuorese, appartiene in parte al territorio di Urzulei e in parte a quello di Orgosolo. E' proprio il fiume Flumineddu a fare da confine fra le due province e infatti nasce nel Supramonte di Orgosolo e fa da immissario al lago Cedrino.

La gola, che raggiunge un'altezza anche di 500 metri e una larghezza variabile da un minimo di 4 metri, è lunga complessivamente circa 1500 m.

E' raggiungibile, ma solo con idonea attrezzatura, dal Supramonte di Orgosolo, mentre esiste un percorso più semplice e ben segnalato che parte sia dal territorio  di Dorgali che da quello di Urzulei (Ogliastra). Per accedervi dal comune del nuorese bisogna recarsi a Su Ponte de S'abba arva, nella vallata di Oddoene, dopo Dorgali, lasciare la macchina e seguire il sentiero per una camminata di circa un paio d'ore. Accedendo dall'Ogliastra il percorso è più breve ma più difficoltoso e si parte da Genna Silana, lungo la S.S. 125.

Potete immaginare come un luogo così magico e particolare potesse destare la curiosità di un popolo superstizioso come quello sardo... Un luogo per la verità, benchè apparentemente inaccessibile, abbondantemente utilizzato dalla civiltà nuragica che ne sfruttava le caratteristiche a scopi difensivi. Questo è dimostrato dal fatto che in tutta la zona si trovano dei siti nuragici: all'ingresso a valle si trova il nuraghe Sa domu de s’Orcu, a monte domina il nuraghe Presetu tortu sorvolato a sua volta dal maestoso nuraghe Mereu.

Gorroppu - Cuor di Sardegna Blog

LE LEGGENDE

Sono tante le leggende che gli anziani  raccontano ancora oggi. Si dice infatti che vi sia un punto, quello in cui la gola è molto stretta e le pareti si ergono a oltre 400 m. di altezza, in cui sia possibile vedere le stelle di giorno.

Inoltre pare che tutta la gola sia abitata da essere malvagi come Sa mama de Gorroppu ( La mamma di Gorroppu) e sos drullios, esseri che rapiscono la notte uomini e animali e che li fanno scomparire nel Supramonte.

Inoltre si pensava che la gola fosse abitata anche da sa Tentassione (il diavolo) e che fosse il luogo dove le persone si recavano per incumandare (vendere) la propria anima al diavolo in cambio di felicità terrene. La leggenda narra che i colpevoli, presi dalla disperazione, si suicidassero.

Come potete vedere gli antichi pensavano che la zona fosse abitata da esseri cattivi e questo era un po' per la maestosità della gola ma anche per alcuni elementi naturali che all'epoca trovavano difficile spiegazione. Per esempio nei periodi in cui il fiume è in piena si sente un rumore assordante in tutta la valle generato dallo scorrere dell'acqua. Inoltre capita spesso di trovare interi stormi di uccelli morti o feriti e questo perché il vento, quando si incanala nella gola, diventa fortissimo e spesso gli uccelli vengono sbattuti contro le pareti.

Gorroppu - Cuor di Sardegna Blog

DA NON PERDERE

Ora non vi resta che visitare questo vero e proprio monumento naturale. Si raccomanda di andare attrezzati, con indumenti adatti alla camminata, acqua e viveri a sufficienza.

Non troverete lungo la strada chioschi o punti ristoro quindi attrezzatevi bene... Si consiglia di portare con se' pane carasau, salsiccia e pecorino.  Non si disdegna un bicchiere di vino e il classico mirtino per fine pasto. Li puoi acquistare QUI

Cuor di Sardegna, le bellezze, le tradizioni e i prodotti tipici sardi a portata di un click.

Gorroppu - Cuor di Sardegna Blog

Gorroppu - Cuor di Sardegna Blog

Gorroppu - Cuor di Sardegna Blog

Newsletter

Tellus aodio consequat seo.